Pages

Ads 468x60px

Featured Posts

sabato 25 maggio 2013

Che cos'è la risoluzione video 4k

Il 4K, anche chiamato Ultra HD è uno standard emergente per la risoluzione del cinema digitale e la computer grafica.
Il nome "4K" deriva dall'inglese 4kilo (in italiano "4 mila") che indica l'approssimazione dei suoi circa quattromila pixel orizzontali di risoluzione. Il fatto che il nome ne descriva la risoluzione orizzontale è l'esatto contrario dei suoi predecessori: il 720p e il 1080p, i quali erano stati denominati tali per convenzi
4k è una nuovo standard per la risoluzione realizzato per il cinema digitale e la grafica per computer. Il suo vantaggio è quello di fornire una qualità della definizione dell'immagine più alta, immagini più dettagliate e offre la miglior visbilibilità e velocità di riproduzione su grandi formati.
E' chiamato 4k perchè la risoluzione orizzontale è approssimativamente di 4.000 pixel mentre le risoluzioni 1080p e 720 sono chiamate così per la loro risoluzione verticale. Il nuovo standard ha una risoluzione quattro volte maggiore rispetto allo stamndard 1080p.
one, indicano il numero di pixel in verticale.Questo formato non modifica la risoluzione orizzontale, ma modifica il rapporto di scala attraverso la risoluzione verticale. Ad esempio 4096x2304 è la dimensione del frame 16:9 e 4096x3072 è la dimensione del frame 4:3. Alcuni esempi di risoluzioni di video digitali.













domenica 14 ottobre 2012

APPLE IPHONE 5

Un gioiellino tecnologico di design
Il design firmato Apple ha da oggi un nuovo riferimento: nonostante il display più ampio e nuove tecnologie, iPhone 5 è del 18% più sottile, del 20% più leggero e occupa il 12% di volume in meno rispetto ad iPhone 4S. La cura di dettaglio è notevole: iPhone 5 è un "blocco unico" grazie al design unibody, l'alluminio anodizzato è lo stesso dei notebook Apple, il connettore è nettamente più piccolo del precedente e la micro-SIM diventa una minuscola nano-SIM, realizzata appositamente per occupare meno spazio.Potenza doppia rispetto al passato
Sotto il profilo tecnologico, una delle novità più interessanti di iPhone 5 è l'impiego del nuovo SoC (System On-Chip) A6 al posto dell'A5 della precedente versione. Secondo Apple, A6 assicura prestazioni doppie rispetto al passato, ma anche ottime potenzialità grafiche. Inoltre, grazie all'ottimizzazione per l'uso con iOS 6, iPhone 5 può assicurare buona autonomia: il telefono raggiunge le 10 ore di riproduzione video con una singola carica, o 8 ore di conversazione e di Soprattutto, è un iPhone!
La potenza di iOS 6, gli spazi infiniti dell'App Store, la velocità, la fluidità dell'interfaccia... è tutto nel suo corredo genetico! iPhone 5 è sì l'ultimo nato, ma non dimentica l'esperienza dei suoi predecessori: dalla solidità dello chassis alla ricchezza di app presinstallate (molte delle quali, esclusive di iOS 6), dalla semplicità di utilizzo allo stile inconfondibile.navigazione.

giovedì 16 agosto 2012

Arriva l'automobile ad aria compressa

Il prototipo della piccola AirPod del marchio Tata arriva a 70 km/h ed è alimentata da un motore ibrido che va ad aria compressa.

Dopo 4 anni di sviluppo, Tata ha messo a punto la prima vettura alimentata da un motore ibrido capace di andare anche ad aria compressa. Si chiama AirPod (Apple non avrà niente da dire sul nome?) ed ha appena superato con successo i test su strada. Con una velocità che va dai 45 ai 70 km/h la piccola auto è di fatto la più “green” del pianeta. AirPod funziona, però, anche con un motore elettrico, e accumula energia in frenata ricaricando le piccole batterie al litio. Per realizzare un auto ancora più “pulita” Tata ha messo a punto anche un sistema di ricarica che permette di accumulare aria durante il movimento, per ricaricare parzialmente il sistema con l’aiuto di un motorino elettrico. L’obiettivo ora è cercare la soluzione perfetta per portare l’auto sul mercato: al momento infatti è un prototipo dall’aspetto poco invitante, ma entro un paio d’anni potrebbe essere sul mercato con una livrea tutta nuova.

lunedì 13 agosto 2012

Cosa scegliere,Plasma Lcd o led ?

Quando si arriva al momento di acquistare un nuovo TV la scelta può non essere semplice. La prima cosa da sapere è la tecnologia che possiede, se plasma o LCD. In futuro saranno disponibili anche i TV a tecnologia OLED, per ora ancora molto costosa.

Plasma

Nei TV lo schermo è composto da pixel, una piccola cella che nei TV al Plasma contiene ciascuna una miscela di gas che reagisce quando viene attraversato da corrente, passando allo stato di plasma. Durante questa trasformazione viene emessa della luce ultravioletta, resa colorata (rosso, verde, blu) dal deposito di fosfori sulla la superficie della cella. In pratica i pixel si comportano come delle minuscole lampadine la cui accensione viene comandata a seconda del contenuto dell'immagine da visualizzare. Questa tecnologia è stata la prima ad essere utilizzata per realizzare schermi TV piatti di grosse dimensioni. I vantaggi del plasma:
  • Livello del nero più profondo (anche se con la tecnologia LCD con local dimming questo non è sempre vero);
  • Livello del contrasto percepito più elevato proprio in virtù della migliore resa sul nero;
  • Colori più naturali, più caldi e morbidi, una caratteristica legata all'utilizzo dei fosfori come nei CRT (I TV a tubo catodico);
  • Angolo di visione illimitato;
  • Risposta più veloce, le immagini in rapido movimento vengono generalmente riprodotte meglio;

LCD

Negli schermi LCD la luce proviene invece da una lampada (o dei LED nei TV di ultima generazione) posta alle spalle del pannello LCD o matrice TFT, composta anch'essa da pixel o celle contenenti cristalli liquidi. I cristalli liquidi reagiscono quando sottoposti a segnale elettrico, le loro particelle si orientano lasciando passare più o meno luce: il principio se vogliamo quindi è opposto a quello applicato nei plasma che invece generano luce. Il colore nei TV LCD è ottenuto utilizzando dei filtri colorati, che ricoprono la celletta.

LED, LED Edge e Full LED

La stragrande maggioranza degli LCD a LED sono oggi di tipo LED Edge. Ciò significa che il pannello LCD è illuminato da LED disposti nella cornice del TV e non alle sue spalle. Il vantaggio di questa soluzione è duplice: esteticamente i TV diventano sottilissimi e i consumi energetici sono molto bassi. Come gli LCD tradizionali è difficile ottenere un nero perfetto, ma i risultati sono generalmente migliori da questo punto di vista. Nel caso degli LCD full LED i LED sono disposti dietro al pannello. Una soluzione più costosa che ha senso prendere in considerazione solo nel caso dei TV con local dimming: i LED vengono controllati cioè individualmente a seconda del contenuto dell'immagine spegnendosi dove i colori sono scuri. In questo modo è possibile ottenere un livello del nero e quindi un rapporto di contrasto davvero eccezionali. I migliori LCD per qualità di immagine utilizzano questa tecnologia ma sono anche molto più costosi e i modelli a disposizione sono pochi. Vantaggi LCD:
  • Sono più luminosi, l'immagine appare più brillante: ciò li rende più adatti alla visione in ambienti illuminati;
  • Non soffrono del fenomeno del burn-in (tendenza a memorizzare le immagini che restano troppo a lungo ferme sul video, ciò può provocare aloni o macchie);
  • I pannelli LCD offrono una maggiore stabilità delle immagini, prive di vibrazioni o sfarfalli e quindi appaiono più riposanti: ciò li rende più adatti ad essere collegati a console giochi o PC;
  • I pixel possono essere molto piccoli, ciò rende meno visibile la matrice e consente la realizzazione di pannelli di piccole dimensioni (diagonale inferiore ai 37 pollici);
  • Peso generalmente inferiore a quello dei plasma.

I vantaggi degli ultrabook

Rapid Start- Avvio ultra rapido

Il peso ridotto e le dimensioni paragonabili a quelle di una rivista consentono agli Ultrabook di trovare facilmente posto in borsa: la portabilità è una delle caratteristiche fondamentali degli Ultrabook, ma non è la sola. Un vero e proprio punto di forza degli Ultrabook è infatti la rapidità di avvio: la velocità dei dischi SSD e le funzioni di Rapid Start consentono di avviare gli Ultrabook in meno di 20 secondi e di ottenere un ripristino dalla modalità d'ibernazione pressoché immediato, basta sollevare lo schermo e l'Ultrabook è subito pronto, senza tempi di attesa. Inoltre gli Ultrabook hanno un particolare sistema di stand-by a basso consumo che riesce a mantenere la carica della batteria per un tempo molto prolungato, anche più di un mese: ciò evita di ritrovare l'Ultrabook scarico dopo un lungo periodo di inutilizzo.

SSD, il computer mette il turbo

Se il computer è lento e impacciato, spesso la causa è l'hard disk. Mente CPU e memorie nel corso degli anni hanno beneficiato di incrementi prestazionali notevoli, l'hard disk invece ha subito meno evoluzioni, ciò fa si che soprattutto nei computer più performanti risulti il classico collo di bottiglia, quel componente cioè che inevitabilmente finisce con il penalizzare le prestazioni dell'intero sistema. Gli hard disk dei notebook sono poi in genere più lenti di quelli usati nei desktop.
Un hard disk è un disco magnetico con una testina mobile che legge e scrive i dati: un computer con molte applicazioni attive richiede frequenti scritture e letture del disco e l'hard disk, anche se aiutato dalla veloce memoria RAM, spesso non riesce a reggere gli alti carichi di lavoro a cui è sottoposto. Per questo sugli Ultrabook vengono utilizzati i più veloci dischi a stato solido. Sempre più diffusi, anche se decisamente costosi, gli SSD attualmente rappresentano il componente che più di tutti può contribuire a migliorare le prestazioni di un computer. Un disco SSD, infatti, non ha all'interno dischi magnetici e testine ma velocissime memorie e un controller che gestisce il flusso di dati: l'uso di memorie abbinato all'intelligenza del controller garantisce prestazioni anche cinque volte superiori a quelle di un disco tradizionale, con benefici enormi. In un Ultrabook applicazioni che normalmente richiedono dieci secondi per aprirsi grazie all'SSD partono in soli due secondi: l'avvio diviene quasi istantaneo, la copia dei file è rapidissima e tutto il computer sembra molto più veloce. Oltre a questo, un SSD consuma meno di un hard disk tradizionale e inoltre è meno soggetto ai problemi derivanti da vibrazioni e piccoli urti, perché non ha parti mobili: se il notebook inavvertitamente cade, i dati sono al sicuro.

Gli Ultrabook


Gli Ultrabook sono nati per volontà di Intel, il più grande produttore di processori per computer, che ha deciso di intervenire direttamente stabilendo le "regole base" che un computer portatile deve osservare per far parte della ristretta cerchia degli Ultrabook, delle vere e proprie specifiche che i produttori devono rispettare. Intel ha stabilito vincoli per dimensioni e peso, ma anche una serie di requisiti hardware e prestazionali che riguardano il processore utilizzato, l'autonomia minima di funzionamento e le caratteristiche dell'unità di archiviazione dati. Non basta quindi essere piccoli e leggeri per appartenere all'élite degli Ultrabook, solo il rispetto di tutte le specifiche minime decise da Intel permette, infatti, agli Ultrabook di raggiungere prestazioni di alto livello in tutti gli ambiti di utilizzo. Vediamo come deve essere fatto un Ultrabook, secondo Intel.

Sottilissimo e leggero

Un Ultrabook deve essere facilmente trasportabile: per raggiungere questo risultato Intel ha stabilito che lo schermo non può essere più grande di13,3 pollici (ma i produttori possono anche proporre schermi più piccoli, ad esempio da 11 pollici), lo spessore invece non deve essere maggiore di 20,32 mm (batteria inclusa). Un occhio anche alla bilancia: un Ultrabook non può superare il peso di 1,5 kg.

CPU potenti a basso consumo

Il processore utilizzato negli Ultrabook deve essere un Intel Core i3, i5 o i7 Ultra Low Voltage, una famiglia di CPU di ultima generazione che assicura altissime prestazioni e consumi molto contenuti, un aspetto fondamentale per ottenere una lunga autonomia di funzionamento.

Il disco non è hard

Sugli Ultrabook devono essere impiegati dischi a stato solido, i cosiddetti SSD, realizzati con velocissime memorie, senza dischi magnetici e privi di particolari in movimento. Questa tecnologia offre diversi benefici rispetto ai tradizionali hard disk: l'accesso ai dati è estremamente rapido, i consumi sono ridotti, inoltre gli SSD sono più resistenti alle vibrazioni e ai piccoli urti a cui facilmente possono essere soggetti i computer portatili.

Almeno cinque ore di autonomia

Tutto nel progetto degli Ultrabook è stato ottimizzato per garantire un'elevata autonomia di funzionamento, una caratteristica che riveste una grandissima importanza per consentire un utilizzo prolungato in mobilità: le specifiche Intel prevedono che la batteria degli Ultrabook debba garantire almeno 5 ore di funzionamento.

venerdì 27 luglio 2012

Trucchi Resident Evil Revelations

Erbe gratuite nella modalità assalto:
Su un livello nella modalità assalto, un emblema del BSAA apparirà. Distruggilo con un attacco
ravvicinato per ottenere un erba

Come sbloccare nuovi costumi e nuovi personaggi:
Costume Chris 1 (Neve): Completa lepisodio 1-3 della storia principale

Costume Chris 2 (Nave): Raggiungi il livello 30 del giocatore

Costume Jessica 1 (Neve): Raggiungi il livello 10 del giocatore

Costume Jessica 2 (Nave): Completa tutti i livelli alla difficoltà Trincea

Costume Jessica 3 (Terra grigia): Raggiungi il livello 40 del giocatore

Costume Jill 1 (Nave): Completa lepisodio 1-3 nella storia ufficiale

Costume Jill 2 (Spiaggia): Raggiungi il livello 5 del giocatore

Costume Keith 1 (Neve): Completa lepisodio 4-6 nella storia principale

Costume Keith 2 (HQ): Completa 50 missioni

Morgan: Trova luscita reale nel livello 21

Norman: Ottieni tutte le armi rare

OBrian: Completa tutti i livelli alla difficoltà Abissale

Costume Parker 1 (Nave): Completa lepisodio 1-3 nella storia principale

Costume Parker 2 (Spiaggia): Raggiungi il livello 20 del giocatore

Costume Parker 3 (Terra grigia): Ottieni unarma rara

Costume Quint 1 (Neve): Completa 100 missioni

Costume Quint (HQ): Raggiungi il livello 50 del giocatore

Raymond: Completa tutti i livelli al livello Voragine

Colori nella modalità assalto:
Completa ogni livello a qualsiasi difficoltà ottenendo il grado S per cambiare il colore del tuo nome. Il
livello 21 non è richiesto
Nome Blu: Ottieni il grado S su ogni livello alla difficoltà Trincea
Nome Verde: Ottieni il grado S su ogni livello alla difficoltà Voragine
Nome Rosa: Ottieni il grado S su ogni livello alla difficoltà Abisso

Sblocca le difficoltà nella modalità Assalto
Completa tutti i livelli della modalità assalto al livello Abisso: sblocca la difficoltà Trincea
Completa tutti i livelli della modalità assalto al livello : sblocca la difficoltà Abisso

Livelli nella modalità Assalto
Mentre stai giocando alla campagna di Resident Evil Revelations, sbloccherai dei livelli bonus nella
modalità Assalto. Tre livelli sono ottenibili con il raggiungimento di un determinato punteggio nella
storia principale
Modalità Assalto livello Bonus 21: Completa il gioco
Modalità Assalto livello1-7: Completa lepisodio 1-3
Modalità Assalto livello13-17: Completa lepisodio 7-9
Modalità Assalto livello 18-20: Completa lepisodio 10-12
Modalità Assalto livello8-12: Completa lepisodio 4-6

Oggetti sbloccabili:
Difficoltà Inferno: completa il gioco alla difficoltà Normale
Fucile a pompa Hydra: completa il gioco alla difficoltà Normale o superiore
Lancia razzi infinito: completa il gioco alla difficoltà Inferno
Nuova partita +: completa il gioco in qualsiasi difficoltà